Inter, una sconfitta che fa bene

L’Inter cade al Camp Nou sotto i colpi di Rafinha e Jordi Alba, contro un Barcellona nettamente superiore nonostante sia orfano di Lionel Messi. Nel primo tempo i nerazzurri hanno gestito bene la gara, nonostante il gol del momentaneo 1-0 arrivato al 32′ e che forse ha piegato le gambe agli uomini di Spalletti. 

Si è vista un Inter ordinata e talvolta imprecisa, ma bisogna ricordare che l’avversario era una delle squadre più forti del mondo. Nel secondo tempo, almeno fino al 65′, i nerazzurri hanno provato a condurre il gioco sfiorando, in almeno un paio di occasioni, il gol. C’era un buon pressing, si schiacciava bene il Barcellona ma, quando si doveva finalizzare, i nerazzurri peccavano di cattiveria e precisione. C’era sempre quel tocco di troppo o, addirittura, di meno. E’ un aspetto su cui lavorare, ma le premesse per migliorare ci sono tutte. 

Ripartire dalla Lazio

E’ una sconfitta maturata contro il Barcellona e al Camp Nou, abbastanza indolore per il tipo di prestazione vista. E anche per la classifica del girone, che al momento sorride alla squadra di milano: Barcellona 9 punti, Inter 6 punti, Tottenham 1 punto e Psv 1 punto

Ora si riparte dal campionato, dalla complicata partita con la Lazio che a maggio scorso regalò questa Champions ai nerazzurri. Sarà curioso vedere come reagiranno gli uomini di Spalletti, vedere se si demoralizzeranno o se sapranno reagire. 

Precedente Olanda e Belgio potrebbero avere un unico campionato Successivo Gattuso non è a rischio, garantisce Leonardo